Home » Servizi » Anziani » In Gaja

In Gaja

Da dove nasce il progetto

Il servizio nasce da una lettura dei bisogni delle assistenti domiciliari anziani, le quali essendo a stretto contatto con gli anziani e i loro caregivers evidenziano la necessità di un maggior supporto alle famiglie, collegato all’aumento della popolazione anziana che soffre di deterioramento cognitivo  tra cui le varie demenze e la malattia di Alzheimer e dall’assenza di servizi per la presa in carico di persone ammalate, ma ancora parzialmente autosufficienti. Si tratta di un’esperienza di supporto alle famiglie e all’anziano e si strutturata come un servizio (unico nel Veneto) che coniuga professionalità con volontariato.

Cos’è in Gaja

“In Gaja” è un servizio diurno a carattere familiare, finalizzato a sostenere le famiglie che si prendono cura di persone con deterioramento cognitivo (demenze e malattia di Alzheimer) nonché il mantenimento nel proprio ambiente di vita e la conservazione delle abilità residue dell’anziano. E’ un progetto che sostiene e valorizza “il ruolo degli anziani” nella società e nel territorio locale, con servizio di trasporto, pranzo, con laboratori specifici. Si tratta di è un servizio molto flessibile nelle modalità di accesso attivo nel territorio di Sandrigo, Bolzano Vicentino, Torri di Quartesolo. Vanta di uno staff costituito da operatori e psicologi specializzati e collabora con i servizi sociali comunali.

Per il tipo di servizio che offre, “InGaja” si configura come un servizio intermedio tra un centro ricreativo per anziani e una casa di cura o di riposo per anziani non-autosufficienti.

Destinatari

I destinatari di “In Gaja” sono anziani fragili, parzialmente autosufficienti o in condizioni di autosufficienza, nella prima fase di deterioramento cognitivo (demenze varie, Alzheimer, etc.) che necessitano di un supporto assistenziale e per i quali l’accesso ai servizi per non autosufficienti (centro diurno, residenza protetta, …) è ancora prematuro.

Come funziona

Il servizio è flessibile, gli utenti possono accedervi in base alle necessità dal lunedì al venerdì mattina dalle 9.00 alle 13.00 (pranzo incluso) presso i centri allestiti in 3 comuni con possibilità di trasporto dal e per il proprio domicilio.

Durante la mattinata gli utenti sono coinvolti nella realizzazione di varie attività finalizzate a:

  • stimolare le capacità e le abilità cognitive e fisiche
  • valorizzare le esperienze e le risorse individuali
  • rinforzare l’autostima

La realizzazione del servizio è possibile grazie allo stabilizzarsi di una rete di volontari paziente tessitura della Cooperativa Margherita, ma anche dell’Associazione Girasole e della definizione dell’Accordo di programma sottoscritto da 8 comuni.

Il tutto è gestito da un equipe formata da una responsabile del servizio, lo psicologo e gli operatori socio-sanitari che si relazionano direttamente con l’utenza e la famiglia e la figura dell’assistente comunale che collabora in caso di necessità.

Al servizio “Ingaja” sono collegati poi servizi aggiuntivi per gli anziani e le loro famiglie quali i servizi di trasporto (e il servizio anchise), le attività  di formazione dei volontari coinvolti, e l’attività di sostegno psicologico per le famiglie di anziani con demenza.

Alcuni dati

Attualmente i centri “Ingaja” aperti nel territorio sono 3 e vedono la partecipazione di circa 25 utenti, con accessi differenziati, per una media di 7 persone al giorno. L’equipe è costituita da operatrici socio sanitarie che si turnano e una psicologa e vanta di una rete di una decina di volontari che mettono a disposizione il loro tempo per rendere ancora più speciale la socializzazione e le giornate degli anziani.

Brochure: VOLANTINO IN GAJA_30-10-17

Contatti:

email: europacoop@cooperativamargherita.org

tel: +39 0444750606